Benefit 1
fino a 70% più economiche rispetto all'ottico
Lieferung
Consegna gratuito a partire da CHF 180.-

Sentenza storica per i consumatori svizzeri

Oggi discountlens.ch, il maggior rivenditore online svizzero di lenti a contatto, è stato assolto dal tribunale distrettuale dall’accusa di concorrenza sleale e di violazione della protezione dei marchi. La sentenza rappresenta una pietra miliare per i consumatori svizzeri.

Dübendorf, 10 settembre 2013. discountlens.ch, il rivenditore online di lenti a contatto leader in Svizzera si schiera a favore della trasparenza dei prezzi e per questo motivo pubblica sul suo sito i prezzi delle diverse marche di lenti a contatto. Il confronto dei prezzi mostra che le marche proprie della maggiore catena di distribuzione nel settore dell'ottica, “Visilab”, sono notevolmente più cari della maggiore parte delle lenti a contatto di marca identiche dei grandi produttori di lenti. A “Visilab” non è piaciuta questa iniziativa a favore dei consumatori e ha citato in giudizio Jacqueline Urbach, la proprietaria dell’innovativa attività online discountlens.ch.

Oggi il tribunale distrettuale di Uster ha assolto discountlens.ch ovvero la signora Jacqueline Urbach dall’accusa di concorrenza sleale e di violazione della protezione dei marchi. Ciò dimostra definitivamente che il confronto dei prezzi effettuato da discountlens.ch è legale, a dispetto di quanto affermato da “Visilab”. Jacqueline Urbach, la pioniera svizzera delle lenti a contatto, commenta la sentenza: «Constato con soddisfazione che oggi il tribunale distrettuale di Uster ha mandato completamente in fumo i piani del gigante del settore, Visilab.»

Vittoria a favore della trasparenza e a vantaggio dei consumatori

La sentenza del tribunale distrettuale di Uster è significativa per le circostanze concrete. Nella motivazione orale della sentenza il tribunale constata che il confronto dei prezzi su internet effettuato da discountlens.ch e denunciato da Visilab è legale.

Effettivamente l’iniziativa di discountlens.ch è a favore della trasparenza in quanto contribuisce alla facile identificazione di pratiche abusive nei confronti dei clienti. Jacqueline Urbach dà il suo parere sull’importanza della sentenza: «Visilab ha cercato di proibire legalmente la trasparenza dei prezzi nel settore delle lenti a contatto e qualsiasi forma di sana concorrenza, e il tutto ai danni dei consumatori. La sentenza odierna del tribunale distrettuale di Uster rappresenta quindi una vittoria dei consumatori e ci rafforza nel nostro proposito di offrire ai nostri clienti i migliori prodotti a prezzi interessanti anche in futuro.»